Comprare una cucina consigli utili

.

Comprare una

.

cucina componibile

.

Cucina_Immagina_Lube_minimizer

 

alcuni miei consigli utili:

1
è assolutamente da evitare il mettere i fornelli, a gas o elettrici, accostati al fianco del frigorifero, della colonna forno o di qualche altro tipo di colonna, perché con il tempo la temperatura danneggerà il fianco;
2
nelle cucine ad angolo, si tende a porre il lavello su una parete e la cucina sull'altra parete, questo è sconsigliabile perché costringe a trasportare per lunghi tratti pesanti pentole con acqua bollente, questo vale anche per quelle cucine che hanno una zona a centro stanza, conviene avere i fornelli sempre il più vicino possibile al gocciolatoio del lavello;
3
i fumi e gli odori dei fornelli posti in centro stanza, tendono a disperdersi negli ambienti perché le cappe aspiratrici di una cucina componibile casalinga non hanno la potenza e le dimensioni delle cappe professionali che si utilizzano nei ristoranti, peraltro questa soluzione di isola cottura a centro stanza è indispensabile in quelle cucine professionali dove operano contemporaneamente più persone, forse è meno utile in una normale cucina componibile di casa;
4
nelle cucine componibili con lo sportello in legno, è difficile capire se si tratta di una antina completamente in legno oppure impellicciata, cioé un materiale agglomerato rivestito con un foglio di legno o ancora peggio con un foglio di nobilitato, cioé materiale stampato a color legno; per capire se si tratta effettivamente di legno massello, cioé legno pieno, il metodo è guardare la venatura esterna dello sportello, cioé il disegno che fa il legno e andare a vedere se la venatura oppure un nodo del legno corrispondono nella parte interna dello sportello, se all'esterno e all'interno dell'anta ci sta la stessa vena o lo stesso nodo, evidentemente si tratta di legno massello, se invece una venatura esterna o un nodo, non esistono dall'altra parte dell'anta, vuol dire che sono due fogli di legno differenti e perciò è una anta impellicciata;
cucina25
bisogna avere sempre cura di controllare la qualità delle cerniere applicate sulle ante, eventuali pistoncini e delle guide dei cassetti, queste sono sempre le parti più soggette a rompersi nel corso del tempo, sappiamo di mobilieri che trattano la stessa marca di cucine componibili da più di trent'anni e riescono a fornire al loro cliente delle cerniere per anta di cucina che ormai anche la stessa azienda forse non fornisce più, nella scelta di una cucina componibile è molto importante valutare se si tratta di un rivenditore che espone e propone questo marchio da molto tempo oppure no;
6
nella scelta dei pensili della cucina componibile che stiamo acquistando, ricordiamoci che ormai si tende ad avere molto materiale in cucina da riporre, consideriamo quindi che una vetrina è certo più bella di un pensile chiuso, ma forse è meno utile per riporre le cose da utilizzare, le vetrine rendono più gentile la vostra cucina componibile, ma mettetele senza eccedere;
7
in tutte le cucine professionali, si tende a utilizzare il pentolame in alluminio, questo perché l'alluminio distribiusce in modo più veloce e uniforme la temperatura per la cottura(ricordiamo però che stimola malattie neurodegenerative), dovendo andare su altri materiali, sono utili quelle pentole a doppio fondo, molto in voga come pentole qualificate, impiegano più tempo a raggiungere il punto di cottura, ma una volta raggiunto tengono meglio la temperatura, oppure le cosidette in pietra che poi solo hanno coperture speciali;
cucina38
vi è ancora oggi la tendenza a realizzare il piano della cucina componibile in pietra, molto si utilizza il marmo o il granito, in alcune zone si utilizza addirittura la pietra lavica, ma queste non sono mai delle soluzioni molto igieniche, perché qualsiasi pietra tende a trasudare infatti, dopo alcuni anni, se andiamo a sollevare il piano in pietra della cucina componibile, vedremo che le casse del mobile sottostante sono unte, mentre questa cosa non succede in quelle cucine componibili che hanno il piano della cucina componibile in laminato, postformato o altri materiali sintetici;
9
le misure di una cucina componibile conviene farle sempre prendere a un professionista, questo non solo per il calcolo delle distanze, ad esempio dello scarico del lavello, ma anche perchè, soprattutto nelle case meno moderne, ci potremmo trovare di fronte a un angolo fuori squadra, ovvero a un muro che non è esattamente ad angolo con l'altra parete e perciò serve una modifica nel mobile ad angolo che tutte le aziende di cucine componibili realizzano con molta facilità, a fronte chiaramente di un costo, un professionista, nel prendere le misure certo si accorgerà di eventuali problemi;
cucina410
viene normalmente trascurata l'importanza di un buon gruppo lavello, cioé il rubinetto del lavello, perché un becco troppo piccolo può far risultare scomodo il lavaggio, mentre troppo lungo può fare schizzare fuori l'acqua mentre si lavora ad acqua corrente, troviamo sia utilissimo e poco utilizzato il rubinetto a doccia estraibile, pratico per il lavaggio sia del lavello che degli alimenti, con la distribuzione dei getti evita l'uscita dell'acqua dal lavello come normalmente avviene per i rubinetti a getto concentrato, troppo forte per non schizzare fuori dalla vasca.

 

Marco Calabrò

 

- Privacy

 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. English version: We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Dettagli sui cookie utilizzati / Details about the cookies we use Privacy Policy.

Accetto / I accept cookies from this site